Pensieri: De-nominare per ri-vedere

Il principale ostacolo alla visione delle cose è sicuramente il fatto di attribuire loro un’etichetta nel momento stesso cui si attribuisce loro un nome.

Partiamo dall’inizio. Quando eri un bambino molto piccolo, e ancora non padroneggiavi il linguaggio, eri abituato a pensare sostanzialmente per immagini. Poi, con l’apprendimento del linguaggio, grazie alla scuola, e ai lbri, hai imparato a dare un nome ad ogni cosa. Nomi tanto più raffinati quanto più la tua conoscenza del linguaggio si approfondiva.

E così pian piano hai imparato ad approcciarti alla realtà in modo analitico anzichè sensoriale. Il che significa che hai imparato ad attaccare etichette a tutte le cose che vedi. E così ti sei creato un catalogo del mondo. Hai imparato cioè a denominare un sacco di cose ma, nel far questo, hai disimparato a vederle e a sentirle.

Se oggi ti capita di vedere una mano, o un’ape, o un’automobile, è difficile che ti fermi a dar loro una seconda occhiata, proprio perchè avendole già etichettate e catalogate nella tua mente ritieni di aver già visto tutto quello che c’era da vedere. La cosa buffa è che chiami questo atto “ri-conoscere” quando in realtà dovresti chiamarlo” dis-conoscere“.

Perchè il problema è proprio che, usando questo metodo, non riesci quasi a conoscere più nulla. Tutto sembra già visto. Tutto già noto. E tu rischi di diventare percettivamente cieco. Non è terribile?

Se vuoi re-imparare a vedere sia te stesso che la realtà che ti circonda, devi re-imparare a guardare le cose, ma per far questo devi togliere loro le etichette. Un trucco? Beh, se hai una fotocamera reflex è facilissimo. Procurati un macro-obiettivo e comincia ad avvicinarti sempre più e scatta, scatta, scatta! Il soggetto? Non è importante, puoi essere tu stesso, o ciò  che ti circonda.

E non preoccuparti del fuoco, o del mosso; una natura sfuocata, o un pò mossa, ma viva sarà molto meglio di una natura perfettamente a fuoco, congelata, ma come si suol dire “morta“. L’importante è riuscire a togliere quelle dannate etichette e tornare a vedere la bellezza delle cose.

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: