Archivio per aprile 2011

Citazioni: La barriera

La macchina fotografica rappresenta una sorta di barriera tra me e la realtà.

E quando devo affrontare qualcosa di particolarmente spiacevole, come ad esempio il mio infarto e la lenta riabilitazione in ospedale a NewYork nel 1971, il fatto di scattare foto mi aiuta molto.

Quando June ha dovuto subire questa complicata operazione nel 1982, mi accorsi di riuscire ad affrontare lei e il modo in cui il suo corpo si stava trasformando con molta più prontezza e coraggio ponendo una macchina fotografica tra i miei occhi e quelli di June.

E’ sempre stato così e penso, ad esempio, che un fotografo di guerra non riuscirebbe ad affrontare il sangue e la battaglia senza una macchina fotografica tra sè e gli orrori che riprende.

La macchina fotografica era un muro tra me e il dolore degli altri, altrimenti insopportabile…”

Da: Helmut Newton. Autobiografia. Contrasto, Roma 2004.

Annunci

Esercizio: La mia dieta

Un esercizio di autoritratto molto particolare consiste nel fotografare la propria dieta.

Per dieta intendo in questo caso il regime alimentare, il tuo modo di alimentarti; ciò che mangi abitualmente. In altre parole l’esercizio che ti propongo consiste proprio in questo: per un’intera giornata, fotografare tutto quello che mangi un attimo prima di consumarlo. E quando dico tutto intendo proprio dire TUTTO!

Se il problema che ti stai ponendo ora è la disponibilità quotidiana della fotocamera ti ricordo che, per un compito così semplice, quella del tuo cellulare sarà più che sufficente.

A proposito! Sapevi che questo esercizio, se prescritto ad un individuo obeso, e protratto per tre mesi può aiutarlo a perdere fino al 15% del proprio peso corporeo senza bisogno di nessuna altra prescrizione dietetica? Se il tuo obiettivo è perdere peso questo esercizio potrebbe aiutarti.

Ma al di là di questo, noi non siamo mai realmente consapevoli del tipo e/o della quantità degli alimenti che ingeriamo ogni giorno. Nè del setting in cui questo consumo avviene.

Il fatto di fotografare la tavola, unitamente al piatto, alle posate e allo scenario circostante può darti in questo senso alcuni insight interessanti ed assolutamente imprevedibili.

I giapponesi usano dire: “Se guardi come un uomo mangia vedi com’è che prende la vita“. Mai proverbio è stato più vero. Prova tu stesso e vedrai…

Citazioni: In posa

Puo capitare che io sia guardato senza che lo sappia, e anche di questo non possoa parlare, dal momento che ho deciso di prendere per guida la coscienza del mio turbamento.

Molto spesso però (troppo, per i miei gusti), sono stato fotografato sapendo che lo ero.

Orbene, non appena io mi sento guardato dall’obbietivo, tutto cambia: mi  metto in un atteggiamento di “posa”, mi fabbrico istantaneamente un altro corpo, mi trasformo anticipatamente in immagine.

Questa trasformazione è attiva: io sento che la fotografia crea o mortifica a suo piacimento il mio corpo…

Da: Roland Barthes. La Camera Chiara. Nota sulla fotografia. PBE, Torino 1980.

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: